Usare Pinterest per portare traffico al tuo sito/blog

Cos'è Pinterest e come funziona

blogger, scrivere articoli nuovi

Pinterest è un motore di ricerca, serve a portare traffico al proprio sito, sia esso un blog o un ecommerce. Non è ancora un social network, anche se le cose stanno cambiando con l’introduzione delle Idea Pin. Tuttavia la differenza fra Pinterest è Google è questa: si tratta di un motore di ricerca anche visivo. Questo vuol dire che le immagini contano.

I risultati che vengono mostrati, quando si fa la ricerca dalla barra di ricerca, saranno immagini che rimandano a un articolo di un blog su un sito, a un prodotto che si trova su un sito, e così via. E’ quindi importante arrivare preparati. 

Un po’ di numeri (dati Pinterest marzo 2021):

 

  •  Pinterest ha oltre 480 milioni di utenti unici al mese: impossibile che tra questi non ci sia il cliente per voi!
  • Di questi 480 mln, il 60% è donna con alto potere spendente, e il 40% uomo;
  • Nel 2021 si è registrato un aumento dei Millennials (1981-1996) del +35%;
  • Il 97% di ricerche fatte su Pinterest NON contiene riferimenti a brand: cercano marchi nuovi!
  • Di quel 97%, 73% compra da un brand dopo averlo scoperto su Pinterest.
Lottie Files

A chi serve, quindi, Pinterest?

Ammetto che per alcuni tipi di attività, Pinterest funziona meglio che per altri. Ma è solo questione di farlo rodare. 

Ma prima di addentrarmi dentro il funzionamento di Pinterest, voglio precisare che non è Instagram o Facebook e non va usato come si userebbero questi social. 

Non ci si va per raccontare la propria giornata, quello che abbiamo mangiato a cena e dove. 

Pinterest vuole CONSIGLI perchè chi usa Pinterest, lo usa per cercare consigli: condividere il procedimento di una ricetta, a potare una pianta, quali outfit andranno di moda la prossima stagione: questo vuole Pinterest e i suoi utenti. 

E questo si traduce in un tipo di promozione del vostro prodotto/servizio che diventi consiglio: no promozione, sì occasione dimostrativa di come il vostro prodotto/servizio funziona, per chi, cosa risolve. E dove lo si trova: il vostro sito!

In questo, le Idea Pin sono perfette perchè, a differenza delle stories di Instagram, durano di più e non spariscono mai. Ne ho parlato qui.

Funzionamento Pinterest

Prima di andare avanti, è opportuno ricordare che, per fruire di tutte le potenzialità di Pinterest , bisogna avere un profilo aziendale. In questo modo si avrà accesso ai dati analitici per capire se la nostra strategia Pinterest funziona.

Da buon motore di ricerca, Pinterest funziona con la SEO: Search Engine Optimization, ricerca parole/frasi chiave. La fase di ricerca delle parole/frasi chiave è sicuramente la più noiosa, lasciatemelo dire! Ora poi che l’interfaccia Pinterest Italia si è adeguata a quella USA, lo è diventata ancora di più. Ma tant’è! Non la dobbiamo fare tutti i giorni, ma è opportuno farla ogni 3-5 mesi perchè le tendenze cambiano, le abitudini degli utenti pure.

Come ci trovano le persone su Pinterest? Attraverso i pin che creiamo e grazie ai titoli e descrizioni che diamo ai nostri pin. Teniamo anche conto che, a differenza di Instagram o Facebook, su Pinterest veniamo trovati in base alle preferenze e interessi delle persone e non per ordine cronologico. Cosa significa? Significa che vi mostrerà i pin che, secondo le vostre ricerche, ritiene essere di vostro interesse e non i più recenti.

Quindi, per essere trovati, bisogna far capire a Pinterest chi siamo e cosa offriamo. Come si fa? Pinnando! E tanto! Essendo cambiato l’algoritmo, Pinterest adesso richiede contenuti freschi, con immagini e titoli nuovi. Solo così vi percepirà come utenti attivi e vi mostrerà a coloro che cercano i vostri prodotti.

So che può sembrare tanto lavoro, e in parte lo è, ma esistono modi per aggirare questi ostacoli. Ma ne parlerò presto.

consulenza pinterest profilo
Photo Marco Pistolesi

Perchè inserire Pinterest nella vostra strategia di vendita

Perchè inserire Pinterest nella vostra strategia digital di vendita? Perchè è ancora gratuito! Già così mi avrebbe convinto. Si cresce ancora organicamente, pensate a Pinterest come a un grande parco dove c’è posto per tutti. Certo, poi i migliori emergono, ma il posto c’è. 

Dato che chiaramente Pinterest vuole diventare una piattaforma che favorisca gli eshop, sono in corso moltissimi aggiornamenti. Tra questi, la possibilità di taggare i propri prodotti sia nei pin sia nelle idea pin e di rimandare al sito per l’acquisto. Vi lascio questo articolo preso direttamente da Pinterest con le ultime novità.

Conclusioni

Utilizzare Pinterest per vendere di più è un’ottima scelta. E’ gratuito e chi va su Pinterest è intenzionato a comprare.

Detto questo, vi lascio con la solita playlist. Questa volta ho scelto l’artista francese Zaz. Enjoy!

Condividi:

Share on pinterest
Share on facebook
Share on email

Ultimi articoli

Pinterest Body Positivity

Anche Pinterest sbaglia ma fa ammenda

Pinterest passa dalla body positivity alla body acceptance perchè più inclusiva. Include disabili e transgender. In seguito a polemiche da perte di bloggers e articoli usciti anche su Vogue UK, Pinterest ha fatto ammenda.

Scopri i servizi

Socialmediachiara

La newsletter

Iscriviti alla newsletter dedicata a Pinterest e…non solo

lavorare con i social media