4 miti da sfatare su Pinterest per la tua strategia del 2022

Miti da sfatare su Pinterest per una strategia aggiornata al 2022

Sfatiamo 4 miti su Pinterest: questo ci tornerà utile per cambiare un po’ la strategia Pinterest nel 2022 alla luce delle tante novità.

Pinterest è profondamente cambiato nel corso del 2021: per il 2022 dobbiamo cambiare la strategia d’approccio marketing a Pinterest se vogliamo ottenere risultat.

 

Mito n. 1: Pinterest è solo per donne

No. Nel 2020, Pinterest ha raggiunto la ragguardevole cifra di circa 480 mln di utenti unici/mese. Tra questi utenti, si è registrata una crescita del pubblico maschile, in particolare Generazione Z (coloro nati tra il 1997 e il 2010) del ben 40%.  E questo è un dato del 2020 sul 2019. Aspettiamo i dati relativi al 2021. Secondo me ne vedremo di cose interessanti anche perchè ho visto tanti tiktoker approdare su Pinterest grazie alle idea pin.

E’ chiaro che alla luce di questo dato, la strategia 2022 di presenza su Pinterest è da rivedere in modo da attirare questa nuova fetta di pubblico

 

Maschio generazione Z

Mito n. 2: se non hai followers, nessuno vede i tuoi contenuti, nessuno ti seguirà!

Il mito per eccellenza e completamente da sfatare! Che poi è anche la cosa che crea più frustrazione in chi si approccia a Pinterest. Però, che vi volete fare, siamo ancorati all’idea dei follower come all’aria che respiriamo. Vogliamo ricordare una volta per tutte che Pinterest è un luogo dove le persone vanno per ispirarsi positivamente, che Pinterest dà spazio a contenuti informativi, ispirazionali ed educativi. E questo lo fa senza che tu abbia un singolo follower! Non è questa, ancora, la metrica che interessa. C’è spazio per tutti, a patto di creare contenuti come descritti sopra. Vero è che i follower vedranno per primi i tuoi pin o idea pin, e se riesci a creare contenuti interessanti e coinvolgenti, allora i follower interagiranno e a cascata porteranno altre persone a interagire con te. E’ così che funziona Pinterest, dà spazio a chi ci sa stare. 

Mito n. 3: bisogna fare annunci sponsorizzati per generare vendite

No, per fortuna su Pinterest c’è posto per tutti. Lo scopo primario di Pinterest resta ancora portare traffico al tuo sito. Quindi, quello che conta è lavorare bene di SEO, essere costanti, creare contenuti meritevoli di essere salvati, avere un sito ottimizzato e veloce. E sì, usare anche le pin idea nella propria strategia Pinterest del 2022. Perchè Pinterest le sta spingendo moltissimo e valgono veramente la pena. Possiamo pure pagare delle ads ma se il contenuto non funziona, non funzionerà neanche pagando. Content is king. Everywhere.

Sulla strategia delle pin idea ho scritto un articolo, lo trovi qui. E ho creato un mini corso gratuito molto ricco su come fare delle pin idea degne di essere salvate. Vi lascio il link.  

 

Lavoriamo sui contenuti

Mito n. 4: la gente non compra su Pinterest

Questo sicuramente è stato vero per molto tempo: Pinterest era il posto per prendere ispirazione per il nuovo taglio di capelli, per rinnovare casa, per una ricetta. Ma Pinterest stesso ha capito che così la piattaforma non sarebbe durata a lungo. Ecco perchè nel corso del 2021 sono state introdotte tantissime nuove funzionalità, fra cui lo shop e la TV per mostrare prodotti, che non sappiamo quando arriveranno in Italia ma arriveranno. 

Esistono i pin prodotto e possono essere taggati nei pin che pubblichiamo, possiamo taggare prodotti nelle pin idea, possiamo creare uno shop con Shopify (meglio) oppure uno shop con cataloghi collegati al nostro sito. E negli US esiste già la possibilità di inserire link di affiliazione Amazon nelle idea pin.

Ma la cosa importante resta portare le persone a vedere i nostri prodotti! E con le idea pin, possiamo raccontarli, ricordando di parlare il linguaggio di Pinterest che non è quello del venditore di pentole e neanche quello di Instagram.

E poi, approfittiamo del fatto che le persone vanno su Pinterest per ispirarsi: facciamo veder loro i nostri prodotti o servizi! Visto che chi va su Pinterest, ci va per scoprire nuovi brand perchè  che il 97% delle ricerche NON CONTIENE RIFERIMENTI A BRAND! 

artigianato

Concludendo...

Pinterest è molto cambiato e spero che aver sfatato 4 miti, possa aiutarti a ragionare sulla tua prossima strategia da adottare su Pinterest. E tante novità ancora in arrivo, secondo le voci che arrivano dagli US, che vedranno Pinterest cambiare e diventare una piattaforma di riferimento per la vendita. Io pensavo addirittura di investire in azioni Pinterest…

Inoltre, mi preme lasciarvi l’articolo ufficiale di Pinterest dove trovate tutte le informazioni sulla demografia e i numeri del perchè le persone scelgono Pinterest.

Spero di avervi incuriosito con questo articolo e volete approfondire l’argomento, potete sempre prenotare una chiamata gratuita con me di 15 minuti.

Come al solito, vi lascio con una playlist da ascoltare.

Condividi:

Share on pinterest
Share on facebook
Share on email

Ultimi articoli

Scopri i servizi

Socialmediachiara

La newsletter

Iscriviti alla newsletter dedicata a Pinterest e…non solo

lavorare con i social media